Migliori compressori 50 litri

Informazioni generali

La scelta del giusto compressore, come per qualsiasi altra cosa, dipende principalmente dall’utilizzo che bisogna farne. Con questo articolo cercheremo di aiutarti nella tua scelta, facendo luce sulle varie tipologie di compressore 50 litri che è possibile trovare in commercio. Le domande da porsi sono: per quale lavoro mi serve il compressore? Quali sono gli strumenti ad aria compressa che dovrò usare? Una volta che avrai risposto a queste semplici domande, potrai capire di quale compressore hai bisogno e di quale capacità. Se vogliamo escludere grossi compressori a vite o a pistone, che sono rivolti principalmente ad applicazioni semi o pro, ci sono due tipi base di compressori che è possibile utilizzare in casa o in una piccola officina: quelli tradizionali a pistone da 6, 24 e 50 litri e quelli che noi definiamo, per comodità, a cinghia.

PRODOTTO Wattaggio Voltaggio VALUTAZIONE VEDERE IL PRODOTTO
1800 W 230 V VEDI PREZZI
1500 W 230 V VEDI PREZZI
1800 W 230 V VEDI PREZZI
1500 W 230 V VEDI PREZZI
1500 W 230 V VEDI PREZZI
1500 W 230 V VEDI PREZZI
1500 W 230 V VEDI PREZZI

Compressore per utilizzo domestico o occasionale

Devi utilizzare l’avvitatrice o gonfiare le ruote della tua auto? Allora i compressori più adatti alle tue esigenze, sono quelli a pistone. Questa tipologia di compressore, è caratterizzata da prezzi molto interessanti, unita ad una discreta qualità. Di questa categoria, i modelli più utilizzati sono senza ombra di dubbio il compressore 50 litri o 24 litri. Purtroppo, per una questione di costi, i compressori più piccoli, ossia quelli da 6, 24 e 50 litri, non vengono prodotti in Italia e le eccezioni alla regola sono davvero molto rare da scovare. Questo è un qualcosa che negli ultimi anni si ripete sempre più di frequente nel nostro paese e sarebbe bello se dall’alto si facesse qualcosa per cambiare la situazione, dato che il Made in Italy è sempre sinonimo di qualità!

Compressore per uso frequente

Se hai necessità di avere molta aria a disposizione e utilizzi il compressore molto spesso per le tue attività, ad esempio per scalpellare ad aria, usare chiodatrici, avvitare bulloni o verniciare, allora dovresti scegliere un compressore a cinghia. Questi sono l’ideale per la tipologia di attività appena descritta, in quanto possono restare in funzione per molte ore consecutive e senza alcun problema di surriscaldamento. Questo vantaggio, è dovuto al fatto che i motori dei compressori a cinghia, lavorano ad una velocità inferiore, rispetto a quelli dei compressori tradizionali. Inoltre, rispetto ad un compressore tradizionale, quello a cinghia è in grado di produrre anche una maggiore quantità di aria. Per fortuna, questi tipi di compressore, vengono progettati e realizzati in Italia. Tutto ciò, garantisce al cliente, una maggiore affidabilità e qualità del prodotto.

La tipologia di compressore più adatta a te

Se hai letto i paragrafi precedenti, dovresti già conoscere la tipologia di compressore 50 litri più adatta alle tue esigenze. Il consiglio migliore che mi sento di darti, è quello di affidarti sempre alle marche di compressori più famose sul mercato. In questo settore, in Italia ci sono diverse aziende di ottima fattura. Allo stesso tempo, è possibile trovare in giro anche compressori a prezzo molto più basso, provenienti da qualsiasi parte del mondo. Tuttavia, il compressore è un attrezzo che dovrebbe durare molti anni. Quando hai la necessità di utilizzarlo, deve essere sempre in ottime condizioni e pronto all’uso. I compressori di marche semi sconosciute, hanno un’affidabilità piuttosto discutibile e non sono in grado di supportare lavoro continuativi. Inoltre, se avessi mai bisogno di un pezzo di ricambio: buona fortuna!

Struttura e capienza di un compressore

compressore 50 litri Quando devi scegliere un compressore, i primi fattori da prendere in considerazione sono proprio struttura e capienza dell’attrezzo, visto che da questi, dipenderanno anche le sue prestazioni. In commercio, avrai la possibilità di scegliere tra due grandi tipologie di compressore: quelli con e senza serbatoio. Quelli che sono dotati di serbatoio, sono adatti per lavori lunghi ed impegnativi e basano il loro funzionamento sull’accumulo di aria, appunto, nel loro serbatoio. L’aria accumulata in un compressore 50 litri, ad esempio, viene poi erogata ad altissima velocità verso l’esterno, attraverso l’accessorio che viene collegato al compressore stesso. I modelli senza serbatoio, invece, sono adatti per applicazioni portatili, inoltre, sono molto economici e compatti. Questi, non possono essere valutati sotto l’aspetto della capacità, in quanto, appunto, non posseggono un serbatoio proprio. Inoltre, proprio per questo motivo, sono molto meno potenti dei compressori dotati di serbatoio proprio. Vengono spesso utilizzati per il gonfiaggio delle ruote o per piccoli lavoretti di bricolage.

Portata e pressione

Da considerare prima dell’acquisto, sono anche portata e pressione del compressore. La loro combinazione determina la maggior parte delle prestazioni del prodotto. Nonostante siano connesse, cerchiamo di analizzarle separatamente. La pressione è probabilmente IL valore fondamentale che caratterizza un compressore. Più elevato è il valore e maggiore forza avrà il getto d’aria erogato. La pressione viene indicata in “bar”, ed un buon compressore, dovrebbe possedere almeno 8 bar di pressione. Inoltre, la pressione, nella maggior parte dei modelli, può essere regolata mediante una manopola. Per quanto riguarda la portata, nel caso dei compressori, ci si riferisce alla quantità di aria che può essere erogata in un determinato intervallo di tempo. È chiaro che più è elevata la pressione e maggiore sarà la quantità di aria che il compressore riesce ad erogare, ad esempio, in un minuto. Se hai bisogno di un compressore per la tua auto, uno de 200 litri al minuto è più che sufficiente. Mentre per lavori più impegnativi, cerca modelli da 800 litri al minuti in su.

Qual è il prezzo da pagare?

Se escludiamo le solite offerte Last Minute di alcuni negozi di grande distribuzione, molto spesso, dai prezzi troppo competitivi c’è da diffidare. Il prezzo di un compressore, infatti, riflette la qualità dei suoi componenti, dell’assemblaggio, dei materiali e delle prestazioni che può offrire. Ovviamente, il prezzo di un compressore 50 litri, differisce in base alla tipologia dello stesso. Se consideri un compressore portatile, quindi senza serbatoio, puoi trovare ottimi modelli al di sotto dei 100 euro. Compresi di kit accessori, invece, il prezzo sale sopra i 100. I modelli da 50 litri, si attestano sui 200 euro, ma se vuoi spendere qualcosa in meno, puoi trovare modelli da 6 litri anche attorno ai 100 euro. Infine, per quelli da 24, la cifra si attesta a metà strada, tra i 100 e i 200 euro.